Barca ottiene la quinta a Vallecas, inciampa Valencia

Ultimo aggiornamento 16 novembre, 2012 di Julio Muñoz

Il Barcellona ha devastato il Rayo Vallecano 0-5 con una doppietta dell'argentino Leo Messi, consolidando la leadership nel campionato spagnolo e portando a undici punti il ​​vantaggio provvisorio con il Real Madrid, che gioca con il Maiorca domenica nella nona giornata.

Diversamente dal solito andamento e come aveva chiarito in precedenza il suo allenatore Paco Jémez, Rayo è uscito per giocare faccia a faccia con il Barcellona. A forza di spinta e motivazione ce l'ha fatta nei primi minuti, quando ha aggiunto diversi arrivi anche se nessuno con pericolo.

Date le vittime di Carles Puyol, Gerard Hammered e l'argentino Javier Mascherano, Coach Tito Vilanova ha dato un'altra svolta alla coppia centrale e questa volta ha optato per il brasiliano Adriano e Sergio Busquets. Il camerunese Alex Song ha preso il posto del nazionale spagnolo come centrocampista difensivo.

Ma il Barcellona non aveva finito di svegliarsi, quando un furto di palla sulla linea dei tre quarti e un preciso cross assist di Cesc Fábregas su sblocco di David Villa significano il primo gol del Barça (minuto 20). L'asturiano ha definito con un solo tocco il Rubén e ha aggiunto il suo quarto gol in campionato giocando pochissimi minuti.

Nonostante l'obiettivo, Il Barcellona non ha assunto il governo assoluto della partita. Senza Andres Iniesta, sulla panchina, e con Cesc e Song al centro, la partita si è giocata ad una velocità superiore alla solita cadenza azulgrana.

All'inizio della seconda parte è arrivata la sentenza. In una transizione Pedro cedette a Martín Montoya, che l'avevo piegato, e la squadra giovanile ha servito l'argentino Leo Messi in modo che abbia giustiziato arrivando da dietro (48) e ha segnato il suo 12esimo gol in campionato.

Il cileno Alexis Sanchez, che era entrato attraverso la Villa, stava per segnare ma il suo colpo di testa è stato fermato da Rubén, che si era già messo in mostra prima di rispondere con un volo a una punizione lontana di Messi. In una delle ultime giocate, l'ex calciatore dell'Udinese ha dimostrato ancora una volta la mancanza di fiducia che ha in questo inizio di campionato non riuscendo a battere il portiere del Rayista in un altro arrivo netto.

Il terzo gol è arrivato dall'altra fascia. Questa volta è stato il terzino sinistro Jordi Alba ad avanzare e ad aiutare Xavi Hernández, premiato venerdì con il Premio Principe delle Asturie, segnerà il suo gol (78).

Il Barça si è scatenato e il Rayo ha concesso spazi. Pedro ha servito Cesc per fare il quarto (80).

Finalmente Messi, dopo aver mercanteggiato con Rubén, ha chiuso il conto del Barcellona (89) e ha raggiunto il suo 73esimo obiettivo nell'anno 2012, il 301esimo della sua carriera da calciatore con solo 25 anni.

 

Prima, Celta e Deportivo a pari merito (1-1) a Vigo nel derby galiziano. In un match molto combattuto e con alternative, Il Celta ha preso il comando grazie al veterano attaccante Mario Bermejo (8).

lo sport, comandato da un elegante Juan Carlos Valerón, Ha legato al minuto 29, quando il canarino ha fatto trapelare un passaggio tra le linee a Juan Domínguez che ha battuto Javi Varas.

Valenza, da parte sua, perso durante la sua visita al Betis (1-0), quindi prosegue lontano dalle prime posizioni (9º), mentre la squadra sivigliana occupa la quarta, che dà accesso alla Champions League.

Finalmente il fashion team in Europa, el Málaga (tre vittorie in 'Campioni’ e nessun gol subito), ha pareggiato a reti inviolate a Barcellona contro l'Espanyol.

Il Real Madrid gioca con il Maiorca domenica con la pressione di sapere che una sconfitta li lascia a undici punti dal Barcellona, una distanza difficile da ridurre contro una squadra che ha otto vittorie e un pareggio. Atletico Madrid, da parte sua, con tre punti in meno rispetto al Barcellona nella classifica provvisoria, ricevere Osasuna.

Julio Muñoz

giornalista, specialista del calcio e retrò internazionale. Scrivo in Colgadosporelfutbol.com e Puoi seguire a @ juliomv1982
errore: Il contenuto è protetto !!